Rivelazioni

Prima di andare a letto cerco di sistemare un po’ la mia scrivania. Lavoro a casa e c’è sempre il pericolo, più concreto di una semplice minaccia, di riempire il mio spazio professionale con le incombenze casalinghe e viceversa. A un certo punto scorgo un secchiello estivo delle mie figlie. Dentro ci sono tanti pezzettini di carta, delle dimensioni di un post-it, con dei disegni. L’autrice è Francesca, di 4 anni, che una settimana fa me li regalò e li lasciò lì, nel secchio. Io allora la ringraziai, ma non guardai veramente che cosa aveva fatto. Ora, invece, vedo che ci sono dei veri capolavori: esseri alati con occhi grandi, soli circondati da pianeti, onde, mappe, forme incorniciate da puntini colorati. Che tenerezza, che cara, sono opere meravigliose. E io le scopro soltanto ora. Prima ero troppo impegnata a lavorare, non mi degnai di staccare lo sguardo dallo schermo nemmeno per pochi secondi. Orrore!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: