Sospesa

Oggi la nebbia appena fuori città era fitta, ma quella appena dentro di me lo era ancora di più. Mi sento sospesa, come questa bambina. È una fotografia che ho sempre amato, casualmente scattata proprio nell’anno in cui sono nata.

La solita serendipity mi portò qui, in questo affascinante progetto sulle emozioni intraducibili:

The Untranslatable Words

E visto che c’era la saudade, decisi di cercarne la versione napoletana, per comprenderne le differenze. E cominciai a capire ‘a pucundria.

Ecco, la Bellezza: Peter Broderick e Jeffre Cantu-Ledesma rifanno Brian Eno.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: